Il primo bando del Progetto Manifattura è stato emesso il 2 marzo e si concluderà il 3 maggio prossimo.

19 aprile 2010, ore 9.00 – 13.00 Trento, Biblioteca Civica - Sala Falconetto del Palazzo Geremia In Italia oggi si stanno avviando alcune esperienze di Housing Sociale in cui al nonprofit viene assegnato un ruolo centrale nella produzione di una qualificazione del processo di progettazione e produzione abitativa.

di Davide Modena

«In Manifattura è la dimensione stessa dello spazio ad emozionare. Un progettista deve sedersi in mezzo a quello spazio e cominciare a pensare. Pensare cos’è, cosa significa, come liberarlo perché possa interpretare una funzione nuova». Fabrizio Capuzzo, una lunga serie di restauri di importanti palazzi storici, è l’architetto che ha firmato il progetto preliminare per il risanamento conservativo dell’edificio delle “Zigherane”. Costruito nel 1854, rappresenta il primo nucleo del compendio storico: 10 mila metri quadrati circa, un terzo dell’intera parte soggetta a tutela, quella che il masterplan del Progetto Manifattura riserva ad attività produttive leggere, quali uffici e laboratori.

Architetto Capuzzo, quali sono le linee guida che orientano il recupero dell’edificio storico di Manifattura? Il progetto preliminare, sulla base del quale è stato redatto il bando europeo per la progettazione definitiva ed esecutiva, è servito anzitutto per capire verso che tipo di restauro orientare le scelte future della progettazione definitiva. Quello su Manifattura è un intervento di archeologia industriale, molto diverso da quello su un palazzo storico, dove il restauro è di tipo filologico. Qui non c’è da restaurare il singolo sasso, la pietra, l’intonaco.

In una puntata della serie "Focus Territorio e Sviluppo", prodotta da Trentino TV in collaborazione con Trentino Sviluppo, Gianluca Salvatori parla del Progetto Manifattura e del significato dell'innovazione sostenibile in Trentino.

Il Progetto Manifattura sarà parte dei festeggiamenti per i 150 anni dell’unità d’Italia.

Il 10 marzo Progetto Manifattura ha inaugurato il rientro in funzione di circa 3.000 metri quadri dello storico edificio del 1854, cosiddetto “delle Zigherane”. Habitech, Green Building Council Italia, e la stessa Progetto Manifattura hanno insediato i propri uffici, costituendo il primo nucleo del progetto che prevede la costituzione all’interno del vecchio compendio manifatturiero di un’aggregazione di imprese e servizi collegati al tema dell’ecosostenibilità e delle clean technologies.

L’inaugurazione è stata il momento per ripercorrere i passi fin qui compiuti – dalla costituzione della società all’approvazione del masterplan, dai primi lavori di ristrutturazione al bando di progettazione del restauro definito - ma soprattutto ha rappresentato l’occasione per indicare il non breve percorso che ancora attende il progetto.

E’ dedicata al progetto Manifattura la puntata di domani di “Focus Territorio e Sviluppo”, rubrica di news ed approfondimenti trasmessa dall’emittente locale TRENTINO TV. Andrà in onda a partire da mercoledì 16 marzo alle ore 19.40 ed in replica giovedì 17 (ore 22.15) e venerdì 18 (ore 24.15). In studio Gianluca Salvatori, presidente di Progetto Manifattura, contributi esterni di Kengo Kuma e Andrea Granelli (Kanso). La puntata sarà disponibile anche sul canale WEB TV di Trentino Sviluppo all’indirizzo http://www.trentinosviluppo.it a partire dal giorno successivo alla messa in onda.

E’ pubblicato il bando per il risanamento conservativo dell’edificio delle "Zigherane", costruito nel 1854 e primo nucleo del compendio dell’ex Manifattura Tabacchi di Rovereto. Emesso il 2 marzo 2011, il bando europeo è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell'Unione Europea. L’appalto ha per oggetto l’affidamento di servizi attinenti all’architettura ed all’ingegne

E’ previsto entro l’estate l’insediamento in Manifattura di COSBI, il centro ricerca Microsoft/Università di Trento per i sistemi biologici e computazionali. I lavori di adattamento degli spazi che accoglieranno i quasi quaranta nuovi assunti sono in corso. Nella foto si vede una fase dell’installazione dell’infrastruttura di rete. Come già è il caso degli uffici di Progetto Manifattura, di Habitech e del GBC Italia, si tratta di allestimenti temporanei.

Se una immagine può valere mille parole qual è il valore di un intero edificio la cui facciata può diventare un mega-schermo, capace di trasformare la superficie bidimensionale in uno spazio vivo e creativo? In questo video si vede un esempio di come anche le geometrie più scontate possono stimolare l’immaginazione. Anche il masterplan del Progetto Manifattura prevede l’uso di questa tecnologia, chiamata video façade, che apre a nuove dimensioni l'interazione tra architettura, arte e paesaggio artificiale.

Condividi contenuti